No-flyzone
You are here: Home / Blog / Acqualab

Acqualab

Acqualab

25 maggio 2015 Stampa
25mag

AquaLab è una trappola per larve di zanzara ideale per il monitoraggio e la cattura delle zanzare stanziali (zanzara comune e zanzara tigre); da ormai tre anni vendiamo con successo questo dispositivo semplice ed ingegnoso, in grado di funzionare senza l’utilizzo di insetticidi o sistemi elettrici.

Aqualab si serve di una struttura molto semplice a nassa riempita d’acqua, per ricreare alla perfezione quello che è un focolaio artificiale, ossia un luogo riconosciuto come idoneo all’ovodeposizione per le zanzare.

Molti di voi avranno già provato con soddisfazione le qualità di questo prodotto, ma a conferma di quanto diciamo da tempo, e per convincere anche i più scettici, alleghiamo il video sugli studi effettuati da Frog Service che ha operato con successo sul Comune di Roma.

 

 

Avete già Aqualab? Ecco alcuni consigli pratici per ottenere i risultati migliori.

 

  • Le zanzare amano sostare nei luoghi ombreggiati e freschi poiché temono la luce solare diretta. La stessa Aqualab, servendosi di acqua, deve essere protetta dall’eccessiva evaporazione che si può avere nel periodo estivo. Di conseguenza Aqualab va posizionata in un luogo ombreggiato.

 

  • Sempre per motivi di evaporazione dovuti al calore, può essere necessario dover effettuare piccoli rabbocchi d’acqua ogni 2-3 giorni, riportando l’acqua al livello ideale (individuabile sull’imbuto nero nel punto di passaggio tra porzione ruvida e liscia). Si noti che qual ora il livello d’acqua dovesse essere al di sotto, la trappola continua a funzionare regolarmente, solo le zanzare comuni avranno meno superficie su cui deporre le uova.

 

  • Il bastoncino di masonite fornito va posizionato mantenendo la porzione ruvida verso l’alto (visibile), per agevolare l’ovodeposizione delle zanzare tigre.

 

  • La pastiglietta di complemento nutrizionale serve per rendere l’acqua di aspetto un po’ più naturale e fornisce cibo alle future larve. La zanzara femmina in procinto di deporre, fa anche valutazioni sulle possibilità che avrà la sua prole di nutrirsi una volta schiusa. Non è un attrattivo vero e proprio ma sicuramente incentiva le zanzare.

 

  • La presenza di un po’ di vegetazione nelle vicinanze può solo essere di aiuto ed è da preferire ad una zona compresa tra mura di edifici.

 

  • Per le sue caratteristiche, Aqualab non necessità di assidui controlli per scongiurare la fuoriuscita di zanzare adulte, risultando così un focolaio di infestazione. La sua struttura labirintica tratterrà le larve e anche gli adulti, impedendone la diffusione nell’ambiente e svincolando così gli operatori da controlli assidui.

 

  • AquaLab è molto versatile ed oltre ai giardini, può essere efficacemente posizionata su terrazzi man anche in ambienti chiusi particolari, come stabilimenti o grandi cantine, dove a volte si riscontrano infestazioni di zanzara tigre.

 

  • Se durante l’utilizzo la caduta di foglie dall’alto, dovesse andare a coprire la superficie, è necessario rimuoverle per tempo.

 

  • Al momento della sostituzione dell’acqua, in presenza di larve ed adulti all’interno della trappola, è necessario riempire interamente AquaLab di acqua fino all’orlo per annegare gli adulti (bastano un paio di minuti) e successivamente rovesciare il contenuto su un prato o su una superficie al sole. Assolutamente non versare nei tombini in quanto le larve potrebbero sopravvivere e creare una nuova infestazione dal tombino.

 

  • Cambiare l’acqua ogni circa un mese, valutare a seconda di quanto questa sia sporca o contaminata da altri materiali caduti all’interno. Se nell’acqua dovessero svilupparsi alghe, queste non rappresentano un problema per le zanzare anzi, è un ulteriore fonte di cibo per le larve.
In Category : Zanzare

Comments are closed.